LOCOMOTIVE CYCLES:
Take the long way home

Torna a Blog

LOCOMOTIVE CYCLES:
Take the long way home

Non una bici per andare lontano, bensì per poter prendere la strada lunga nel ritorno a casa

Nascono da un team internazionale, un po’ americano, un po’ italiano e un po’ taiwanese, sul mercato dal 2018. Sono i treni a ruote di casa Locomotive, secondo il fondatore da leggersi Lòco-Mòtive, come “movimento folle”, ma al tempo stesso anche ispirato da un pezzo jazz di Coltrane, Locomotion. Tutte biciclette con nomi parlanti, tutte uniche e per usi specifici, tutte fatte per durare e far divertire, affascinare e sfondare la porta dei lunghi viaggi d’avventura, i trail impegnativi, le gravellate in compagnia.

Chi le chiama adventure le sminuisce.

Dalle geometrie di ispirazione Salsa Fargo, “madre di molti modelli di bici da avventura”, questi nobili e confortevoli destrieri in acciaio inox (e uno in titanio – la Midnight Express) sanno convogliare nello stesso prodotto un aspetto estetico classico e profonde innovazioni tecnologiche e scelte journey-oriented. Sicuramente non per tutti, ma per chi vuole sognare in grande.

Prima di entrare nel vivo dei prodotti Locomotive, basterà nominarne alcuni felici utilizzatori e ambassador, come Carlo Ubertino, Dino Lanzaretti, Lorenzo Jovanotti Cherubini, Sergio Borroni, Stefano Scapitta, Ersilio Ambrosini o il divider Stefano Romualdi, che insieme a molti altri hanno scelto queste bici per le loro avventure. Serve aggiungere altro?

Ma lanciamoci nella storia, nella filosofia e nei prodotti di questa giovane azienda a trazione italiana. Prime tra tutte nacquero “le gemelle”, Westlander e Scotsman, praticamente lo stesso progetto con variazioni capaci di dare un’identità specifica ai due mezzi. Da un lato una MTB con drop bar per lunghi viaggi e spedizioni con un rapporto stack/reach alto per permettere una posizione rilassata e più verticale, dall’altro una adventure bike con drop bar e dallo stesso rapporto leggermente inferiore, a denotare una più bassa posizione, più aggressiva.

Entrambi i treni possiedono due sistemi ridondanti per variarne la geometria: i Forcellini posteriori Siderod, ispirati dal forcellino Alternator di casa Salsa, insieme al movimento centrale eccentrico aiutano a personalizzare le geometrie sulle tue esigenze e sul tipo di uso che preferisci: quasi una bici su misura, ma con la possibilità di cambiarne la stabilità, la reattività, l’altezza da terra e molto altro tutte le volte che vorrai. Con il Siderod, si potrà variare la lunghezza del carro posteriore di ben 15 mm. Questo significa cambiare radicalmente la reattività della bici: più reattiva e scattante con il carro corto e più stabile e meno affaticante con il carro lungo.

Inoltre, entrambi i modelli permettono il massimo assoluto di versatilità: non solo la geometria del telaio risulta variabile, bensì anche lo standard delle ruote. Dalle 700C, ai 29 pollici, o ancora le 27.5+ e le 29+. Questo dettaglio permette di definire differenti capacità di assorbimento, scorrevolezza, tenuta su terreni critici. Per un viaggio scorrevole potrai montare ruote stile ciclocross ed avere una scorrevolezza paragonabile a una bici da corsa. Per un viaggio accidentato e con molto fuoristrada potrai utilizzare ruote più larghe e con un volume d’aria davvero importante, per affrontare percorsi e situazioni climatiche che delle ruote meno capaci non potrebbero affrontare.

Infine parliamo di acciaio inox bivalente 2205, il miglior materiale per l’avventura. Dall’elevata resistenza alla corrosione e agli impatti, questo non soffre la salsedine o altri tipi di corrosione e può essere riparato con un normale saldatore in caso di incidente, cosa impossibile per altri materiali tra cui il titanio. Ha lo stesso peso di un telaio in acciaio di alto livello ma la vernice (“inutile” nell’economia tecnica del mezzo ma soltanto vezzo estetico) non viene opacizzata dalle cinghie delle borse da bikepacking, non può sbeccarsi e neppure rigarsi. Per questi motivi l’acciaio inox è un materiale più longevo ed “ecologico” di altri.

Il Westlander è un treno australiano operativo dal 1954 gestito da Queensland Rail sulla linea lunga 750km tra Brisbane e la città dell’outback di Charleville. Di seguito le caratteristiche tecniche della bici Westlander, la drop Bar in acciaio inox 2205 per lunghi viaggi e utilizzo gravel.

  • Passaggio gomma: 700C x 35 min, 29 x 3.0 max, 27,5 x 3.0
  • Forcella: lunghezza 495 mm, rake 51
  • Serie sterzo: superiore ZS 44, inferiore EC 44
  • Reggisella: diametro 27,2 mm, collarino 32 mm
  • Movimento centrale: PF30
  • Trasmissione: monocorona max 38D, doppia max 38-24D
  • Asse posteriore: 148 x 12 mm con riduzione a 142 x 12 mm
  • Attacco freno: IS 160 mm
  • Compatibile reggisella telescopico

Mentre la sorella Westlander deriva dalle lontane terre dell’outback, la Scotsman trae ispirazione dal Flying Scotsman, una relazione ferroviaria operante nel Regno Unito che dal 1862 connette Londra (King’s Cross) ed Edimburgo (Waverley). Di seguito le caratteristiche tecniche della bici Scotsman, la flat Bar in acciaio Inox 2205 a geometria variabile pensata in particolare per Trail ad alte prestazioni ed uso MTB Marathon, 24 Ore ed Epic Ride.

  • Passaggio gomma: 700C x 35 min, 29 x 3.0 max, 27,5 x 3.0
  • Forcella: lunghezza 495 mm, rake 51
  • Serie sterzo: superiore ZS 44, inferiore EC 44
  • Reggisella: diametro 27,2 mm, collarino 32 mm
  • Movimento centrale: PF30
  • Trasmissione: Monocorona max 38D, Doppia max 38-24D
  • Asse posteriore: 148 x 12 mm con riduzione a 142 x 12 mm
  • Attacco freno: IS 160 mm
  • Compatibile reggisella telescopico

Passiamo poi alla sorella più viziata, la Midnight Express, una possente flat bar in Titanio con geometria ad alte prestazioni, adatta all’uso enduristico e prettamente all-mountain.

Anche Midnight Express ha la possibilità di effettuare una variazione della geometria, grazie ai Forcellini Siderod posteriori, esattamente come le sorelle minori Westlander e Scotsman. Con una brugola da 6mm potrai personalizzare le geometrie del carro e cambiare stabilità e reattività del tuo mezzo.

Inoltre, essendo in titanio, considerato il miglior metallo per la produzione di telai, avrai un telaio resistente alla corrosione e di una robustezza eccezionale per avere performance elevate e grande comodità.

Il Midnight Express era anch’esso un treno californiano, noto soprattutto per il suo fischio, simile a un clacson diesel. Ecco le caratteristiche tecniche di questo treno in titanio di casa Locomotive:

  • Passaggio gomma: max 29 x 2.6
  • Forcella: Carbon lunghezza 495 mm, rake 51
  • Serie sterzo: superiore ZS 44, inferiore EC 44
  • Reggisella: diametro 31,6 mm, collarino 34 mm
  • Movimento centrale: BB92
  • Trasmissione: Monocorona max 36D, Doppia max 38-28
  • Asse posteriore: 148 x 12 mm con riduzione a 142 x 12 mm
  • Attacco freno: IS 160 mm
  • Predisposizione reggisella telescopico passaggio interno

Arriviamo poi al treno blu, la Blue Train, una gravel drop bar in acciaio triple butted per viaggi in bikepacking. La bici trae ispirazione dall’omonima auto di casa Bentley ideata per sfidare il treno degli anni ‘20, appunto noto per la sua locomotiva blu che da Londra, passando per Parigi conduceva a Nizza (sfida purtroppo mai portata a casa), e rappresenta un bel gioiellino del mondo gravel. La nuova serie di tubazioni in acciaio 4130 della Blue Train è stata progettata specificamente per questo modello. I singoli tubi sono assottigliati sia internamente che esternamente e anche orientati con struttura ellittica 40/30 in zona movimento centrale per aumentare la resistenza alle torsioni. Lo speciale yoke dietro il movimento centrale, molto rigido, massimizza lo spazio a disposizione per le gomme generose.

Questo mezzo Locomotive permette di scegliere su che terreno di gioco giocare, con ruote da 700C oppure da 650b per avere il meglio dei due mondi del gravel. Per un viaggio scorrevole potrai montare ruote stile ciclocross e avere una scorrevolezza paragonabile a una bici da corsa. Per un viaggio accidentato e con molto fuoristrada potrai utilizzare ruote più larghe e con un volume d’aria maggiore, ma allo stesso tempo un diametro leggermente più piccolo per un baricentro più basso che consente affrontare percorsi più tecnici e accidentati con maggiore sicurezza.

Blue Train adotta entrambi i forcellini sostituibili e grazie al movimento eccentrico anteriore è possibile regolare altezza del movimento centrale e lunghezza del carro.

A differenza dei precedenti modelli, questa bici viene verniciata con una tonalità metallizzata che cambia tono secondo la luce tra il verde cupo e il blu intenso.

La Blue Train è disponibile in due configurazioni: Blue Train C con forcella in carbonio con doppia regolazione del rake tra 47 e 52, e Blue Train S con forcella in acciaio prettamente destinata all’uso bikepacking. Ecco le caratteristiche tecniche di questa gravel:

  • Passaggio gomma: 700C x 52, 650b x 55
  • Forcella: Carbon lunghezza 395 mm, rake 47/52, Steel lunghezza 410 mm, rake 50
  • Serie sterzo: superiore ZS 44, inferiore EC 44
  • Reggisella: diametro 27,2 mm, collarino 30 mm
  • Movimento centrale: PF30
  • Trasmissione: monocorona max 48D (utilizzando mc eccentrico), doppia max 50-34 (*non compatibile con guarniture Campagnolo)
  • Asse posteriore: 142 x 12 mm
  • Attacco freno: Flat Mount 160 mm

E poi c’è l’ultima arrivata, Locomotive Aerowagon, la gravel performante per i trail più tecnici, snella, leggera ma molto capace di affrontare terreni accidentati e pendenze importanti, senza mai scomporsi davanti agli ostacoli naturali come pietre e radici. La geometria variabile, come sempre, è una caratteristica che Locomotive propone. Nel caso della AeroWagon, oltre al movimento centrale eccentrico, come le sorelle maggiori Westlander e Scotsman, e alla forcella anteriore con rake variabile, è stata aggiunta una nuova opzione. Infatti ogni frameset AeroWagon sarà fornito di una serie sterzo AngleSet della Cane Creek, che permette una variazione dell’angolo sterzo di +/- 0,5°/1,0°/1,5°! Quindi avrai la possibilità di variare l’angolo sterzo in un range di ben 3° in modo da calibrare perfettamente la stabilità durante i viaggi e il dinamismo nelle uscite gravel scarica con una serie completa di regolazioni. Te la presentiamo in un articolo dedicato con info e specifiche tecniche.

Vendere una bicicletta Locomotive, per noi di State of Bike, vuol dire permetterti di pedalare su un treno, un mezzo confortevole e aggressivo al tempo stesso.

Uscire dalla propria zona di comfort, alla ricerca di sé e di nuove sfide e destinazioni. Vieni a trovarci in negozio per scoprire i nuovi modelli Locomotive Cycles e per scegliere il prossimo destriero d’acciaio che ti farà vivere un’avventura indimenticabile.

Le bici Locomotive possono essere vendute di serie oppure totalmente personalizzate, per sfruttare al massimo i telai performanti e i componenti adatti alle tue esigenze. Visita questa pagina per visionare le nostre bici custom, sfruttando come base di partenza un telaio Locomotive.

Take the long way home, pedala lontano con Locomotive Cycles.

Condividi questo post

Torna a Blog