BICI IN ACCIAIO: Steel is Real

Torna a Blog

BICI IN ACCIAIO: Steel is Real

Hai notato che, giorno dopo giorno, il numero delle biciclette acciaio sulla strada cresce sensibilmente!?

Bici in acciaio, il grande ritorno!

Una delle considerazioni più importanti quando si acquista una bici è il materiale con cui è stato costruito il telaio.

Oggi ti parliamo dell’acciaio, materiale che ha fatto la storia della bicicletta e che si è evoluto con essa. In Italia abbiamo (avevamo) Columbus, uno dei produttori leader a livello mondiale insieme alla giapponese Tange e all’inglese Reynolds. Queste aziende hanno contribuito alla diffusione, sviluppo e ottimizzazione delle tubazioni in acciaio per il mondo delle bicicletta.

Le persone utilizzano bici in acciaio da oltre un secolo anche perché fu l’unica soluzione presente fino a metà degli anni settanta quando furono introdotti i telai in alluminio, preferiti insieme a quelli in carbonio per maggior leggerezza e rigidità, soprattutto in ambito competitivo. I grandi brand investirono in linee produttive e stampi e, in poco tempo, l’acciaio venne accantonato a discapito di una diffusione veloce e massiccia dei materiali emergenti. L’acciaio rimase escluso dalla sfera competitiva, ma continuò a essere utilizzato da artigiani e piccoli brand orientati alle bici custom.

Surly Midnight Special

Perché scegliere una bicicletta acciaio

Oggi, con la crescita del cicloturismo, del bikepacking e del gravel, le bici in acciaio stanno finalmente tornando in auge. Grazie alla solidità, al comfort e alla riparabilità è infatti scelto da tanti cicloviaggiatori di tutto il mondo.

Per approfondire le potenzialità dell’acciaio, vediamo nel dettaglio le caratteristiche.

Comfort di guida: più importante il materiale,  la geometria o…?

Il telaio di una bici comoda non dovrebbe essere particolarmente rigido, ma piuttosto mostrare una certa flessibilità, questo per smorzare le vibrazioni e assorbire gli urti trasmessi dal terreno garantendo una guida più fluida e confortevole. Sentirai meno le buche e i dossi e stancherai meno braccia e mani dopo tante ore su sterrato.

Molti ciclisti ritengono che un telaio in acciaio sia più comodo di uno in alluminio poiché si flette maggiormente. Se questo sia effettivamente vero è discutibile: qualcuno afferma infatti che i telai delle bici si flettano così poco che l’apporto del materiale sia irrilevante, mentre i copertoni, il reggisella e la geometria giochino un ruolo molto più importante nella definizione del comfort di una bici.

A nostro avviso questa osservazione non tiene conto della flessibilità della forcella. In situazioni di terreno sconnesso le forcelle in acciaio flettono così tanto verticalmente che capita di notare il fenomeno anche ad occhio nudo: questo senza dubbio aiuta ad assorbire urti e vibrazioni e a migliorare il comfort di guida. Le forcelle in alluminio invece sono quasi completamente rigide.

Surly Krampus

Durabilità

I telai in acciaio sono i più durevoli: possono sopportare colpi come nessun altro materiale per biciclette. Un telaio in acciaio può essere graffiato profondamente, ammaccato e persino piegato senza perdere l’integrità strutturale. Inoltre, l’acciaio può sopportare un impatto improvviso più forte dell’alluminio senza rompersi poiché è meno fragile. Se ti schianti con una bici in acciaio è probabile che non sarà da buttar via.

La nostra lega prediletta non si affatica come l’alluminio: ciò significa che il telaio può durare più a lungo senza cedere. Il motivo è che l’acciaio ha un limite di fatica mentre l’alluminio no: un telaio in acciaio può sopportare sollecitazioni inferiori al limite di fatica un numero infinito di volte senza che il telaio ceda. È vero l’acciaio corrode, ma se ce ne prendiamo cura, un prodotto ben fatto vivrà decenni.

Telaio Ritchey Ultra

Riparabilità

Dopo anni o decenni di utilizzo il telaio della tua bicicletta prima o poi si romperà, indipendentemente dal materiale di cui è fatto. La differenza tra le varie leghe ed elementi chimici sta però nella possibilità di dar loro una nuova vita: qualsiasi saldatore può riparare un telaio in acciaio. Questa prerogativa è particolarmente importante per i cicloturisti che viaggiano attraverso le aree in via di sviluppo. Non importa in quale parte del mondo tu stia pedalando, perché puoi sempre trovare qualcuno che sappia saldare l’acciaio. La saldatura potrebbe non avere un bell’aspetto e il telaio potrebbe non essere resistente come lo era in origine, ma la tua bici in acciaio ti riporterà a casa.

Saldature sotto trasparente

Capacità di carico

I telai in acciaio possono sopportare ciclisti e carichi pesanti.  I frames hanno un peso massimo consigliato per il fruitore e quelli in lega di ferrosa generalmente possono sostenere un aggravio maggiore rispetto ai telai in alluminio e carbonio. Molti prodotti in acciaio possono sopportare facilmente 140/150 chili.

Surly Disc Trucker

Spaziatura del mozzo

Una delle caratteristiche meno conosciute  è che, su una bici con telaio in acciaio, puoi modificare la spaziatura del mozzo. E non parliamo della battuta orizzontale. Se desideri installare un mozzo posteriore leggermente più largo o più stretto, puoi piegare leggermente i foderi per adattarlo. Questo processo è spesso chiamato “cold setting” e Surly, ad esempio l’ha applicato ai propri telai in acciaio col nome di Gnot Boost. Nel concreto la spaziatura per il mozzo posteriore è di 145mm,  ma potrò utilizzare sia un mozzo da 142mm che uno boost da 148mm.

Questo è utile per non dover sempre aggiornare i mozzi della nostra bici in acciaio man mano che gli standard evolvono, ma soprattutto noi cicloviaggiatori, nel caso di rottura del pezzo in viaggio, avremo più possibilità di trovare il ricambio adeguato e proseguire nella nostra avventura.

 

Peso

Spesso si sente dire che le bici in acciaio sono più pesanti, ma di quanto?  É vero, l’acciaio è il materiale più pesante utilizzato oggi sulle biciclette perché è circa 2,5 volte più denso dell’alluminio e, anche utilizzando tubazioni più sottili visto che è più resistente, il divario di peso rimane. Con lo sviluppo degli ultimi anni il gap è stato notevolmente ridotto rispetto al passato, per cui possiamo dire che, a parità di montaggio, una gravel in alluminio pesa 10,5 kg mentre una gravel in acciaio 11,3 kg. Quindi, se dai importanza a ogni grammo che metti sulla tua bici, ti consigliamo di evitare i telai in acciaio, ma se come noi usi la tua bici per viaggi e divertimento, e non per competizione, allora credo che sia meglio buttare giù qualche chilo in eccesso piuttosto che scegliere una bici più leggera. Sempre più spesso vediamo telai in acciaio accompagnati da forcelle in carbonio per diminuire il peso complessivo della bici.

Kona Rove LTD

Efficienza

I telai in acciaio sono meno efficienti per tre ragioni:

  • innanzitutto l’acciaio non è rigido come alluminio e carbonio e quando pedali forte il telaio può flettersi lateralmente. Quando questo avviene, l’energia viene dissipata nella flessione del telaio invece che nella spinta in avanti.
  • In secondo luogo, come detto prima, i telai in acciaio sono più pesanti e quindi è necessaria più energia per accelerare e mantenere la velocità
  • In terzo luogo, i telai in acciaio sono meno aerodinamici perché i tubi devono essere rotondi. Questo crea più resistenza al vento che ti rallenta. I tubi del telaio in alluminio o carbonio possono essere modellati in forme aerodinamiche che riducono la resistenza.

Riassumendo: con un telaio in acciaio brucerai più energia,  pedalerai leggermente più lento e coprirai meno terreno. Nell’ottica di una competizione sono osservazioni che possono aver senso, ma quando si parla di viaggi e avventura l’obiettivo cambia e non è di certo andar più veloce possibile.

Per ovviare a questa dispersione sempre più produttori stanno usando lo standard T47 per aumentare la rigidità nella zona del movimento centrale.

Surly Karate Monkey

Costo

I telai per biciclette in acciaio costano più di quelli in alluminio poiché vengono fatti a mano e la produzione richiede più tempo.

Inizialmente i telai in alluminio furono introdotti anche perché erano più economici da produrre in serie, dove gran parte del processo di produzione può essere automatizzato con macchinari. Ciò ha portato a creare biciclette più economiche. Discorso diverso per il carbonio dove la creazioni di stampi appositi lo rende ancora un prodotto costoso.

Niner RLT 9 steel

Sostenibilità

Se consideriamo fattori come  la quantità di energia per produrre un telaio, la vita media e il fatto che sia riciclabile all’infinito, possiamo affermare che l’acciaio al momento sia il materiale più sostenibile sul mercato. Inoltre ricordiamo che la produzione avviene ancora in maniera artigianale, con poca automazione e senza l’implementazione di linee industriali.

Locomotive Westlander – acciaio inox – forcella carbonio

Conclusioni

L’acciaio sta vivendo un grande ritorno grazie alla crescita e diffusione delle bici d’avventura, che siano Gravel, MTB o da cicloturismo. La predisposizione a cercare il comfort di guida invece che la performance trova nell’acciaio una valida soluzione. Inoltre si esalta la customizzazione  poiché la produzione è in mano ad artigiani e ad aziende di piccole dimensioni che propongono spesso e volentieri solo il telaio invece che la bici completa. È vero: non si tratta del materiale più economico in circolazione, ma se consideriamo durabilità e sostenibilità l’acciaio è un materiale moderno che non perde lo stile classico delle tubazioni e delle saldature.

Torna a Blog
×